blu
Il portale pratico del mare giovedì, 25 luglio 2024

Provvidenziali paratie stagne


02-07-2024

Malgrado il rovinoso impatto con gli scogli lungo le coste dell'Australia meridionale, un catamarano di 12 metri ha continuato a galleggiare. Salvo l'equipaggio

Provvidenziali paratie stagne
Viva l'Epirb, ma anche le paratie stagne. È grazie alla presenza di queste due condizioni che il 1° luglio in Australia è stato scongiurato il naufragio di un catamarano di 12 metri con tre persone a bordo.
 
L'imbarcazione era finita contro gli scogli a Cow and Calf rocks, un'area di bassi fondali a circa 20 miglia dalla costa di Windy Harbour, quando sulla zona imperversava il maltempo con venti di oltre i 30 nodi e onde di 3 metri. La prua di dritta del multiscafo è stata letteralmente divelta in seguito all'impatto.
 
L'equipaggio, ha lanciato l'allarme intorno alle 5 del mattino con un Epirb e altri segnalatori personali che hanno consentito ai soccorsi della Australian Maritime Safety Authority (AMSA) di raggiungere velocemente l'imbarcazione alla deriva prima con un elicottero, poi con una motovedetta. Constatato lo stato di buona salute dei tre (solo uno si è lievemente ferito alla testa), la barca è stata condotta in sicurezza nella baia di Windy Harbour a circa 60 miglia da Albany.
 
Provvidenziale la presenza di due crash box a prua che hanno consentito alla barca di non affondare ed essere rimorchiata per 4 ore e mezza e all'equpaggio di restare a bordo anziché rifugiarsi sulla zattera di salvataggio. Trovarli alle prime luci dell'alba a quelle latitudini sarebbe stato decisamente più difficile.
 
Per trasformare una crociera in un dramma basta anche una piccola distrazione. Allo stesso modo una maggiore attenzione alla sicurezza già in fase progettuale può fare la differenza tra un'avventura dagli esiti nefasti a una tutto sommato a lieto fine.
 
 

© Riproduzione riservata