blu
Il portale pratico del mare sabato, 25 maggio 2024

Torna The Transat.
Tre italiani in gara


23-04-2024

Sarà esploso il 28 aprile il colpo di cannone della XVI transatlantica in solitario dalla Francia agli Usa. In gara Pedote, Bona e Beccaria

Torna The Transat.
Tre italiani in gara
Torna dopo otto lunghi anni di attesa The Transat CIC transatlantica in solitario, erede della Ostar o, come la chiamano i francesi, la "Transat anglaise". 
Con partenza da Lorient (Francia) e traguardo a New York (Usa), la più antica regata in solitario a cadenza quadriennale prende il via domenica 28 aprile.
Una sfida di 3.500 miglia attraverso l'Atlantico settentrionale dove dominano sistemi depressionari e venti contrari che ha visto trionfare i più celebri protagonisti della vela oceanica. Tra questi Francis Chichester, Alain Colas, Yvon Fauconnier, Philippe Poupon, Loïck Peyron, Francic Joyon, Michel Desjoyeaux, Francois Gabart ed Éric Tabarly (di cui quest'anno sarà celebrato il 60° anniversario dalla vittoria a bordo del Pen Duick 2)
 
In gara 33 Imoca 60 (la regata per loro è valida anche come prova di qualificazione per il Vendée Globe) e 13 Class 40. Tre gli italiani al via: Giancarlo Pedote sull'Open 60 Prysmian Group, Alberto Bona sul Class 40 Ibsa e Ambrogio Beccaria sul 12 metri Alla Grande Pirelli.
I tre se la dovranno vedere con i più forti velisti della vela oceanica tra cui Fabrice Amedeo, Jean Le Cam, Alan Roura, Lérémie Beyou, Yannick Bestaven, Boris Herrmann, Clarisse Crémer, Charlie Dalin, Yoann Richomme, Kojiro Shiraishi, Sam Davies tra gli Open 60 e Axel Tréhin, Iaa Lipinski e Vincent Riou tra i Class 40. 
 
In palio anche il record assoluto di regata, stabilito nel 2004 da Michel Desjoyeaux a bordo del trimarano di 60 piedi Orma Geant col tempo di 8 giorni, 8 ore e 29 minuti e quello della classe Imoca messo a segno da Armel Le Cléac'h, su Banque Populaire VIII nel 2016 dopo 12 giorni 2 ore, 28 minuti e 39 secondi di navigazione. 
 
 

 

 

© Riproduzione riservata

Link: