Il mensile pratico del mare lunedì, 05 dicembre 2022

Mondiale all'isola d'Elba della classe Mumm 30


27-09-2003

Quarantacinque le imbarcazioni in gara a Portoferraio dal 3 all'11 ottobre. A bordo equipaggi da tutto il mondo con i migliori velisti italiani. Nel 2001 e nel 2002 il titolo iridato andò ad "Alina" di Maurizio Abbà.

Mondiale all'isola d'Elba della classe Mumm 30 Sono 45 le imbarcazioni monotipo classe Mumm 30 che a Portoferraio (isola d'Elba) dal 3 all'11 ottobre disputano il Campionato del Mondo 2003. È un evento di prestigio con Vincenzo Onorato che fa da "padrone di casa" ed è tra i candidati al titolo, non fosse altro perché l'ha già vinto nel 2000 a Miami. Nel 2001 a Cagliari e nel 2002 ad Annapolis (USA) la vittoria andò ad "Alina" di Maurizio Abbà. L'evento è organizzato dalla Classe Internazionale Mumm 30 con il supporto del Comitato Circoli Velici Elbani, associazione di circoli dell'isola, e il patrocinio del Comune di Portoferraio. Gli equipaggi presenti sono in rappresentanza di dodici Paesi: Australia, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Montecarlo, Olanda, Svezia, Svizzera, USA nonchè la quasi totalità della flotta italiana. Fra gli italiani iscritti oltre, a "Mascalzone Latino", lo scafo di Vincenzo Onorato, che alla tattica ha il neozelandese Murray Jones del team "Alinghi", ci saranno il vincitore del Circuito Italiano 2003 conclusosi a Cavo, "Kismet" dei fratelli Stefano e Massimo Leporati (alla tattica Francesco Bruni), il Campione Europeo in carica "Cheyenne Pioneer" di Claudio Recchi e Carla Silva Ubertalli che si avvarrà del tattico neozelandese Pepper Hamish, il Campione Italiano dello scorso anno "Metallurgica Calvi" di Carlo Alberini (tattico Enrico Passoni). Presente anche un equipaggio femminile con "Moby Mordilla" e capitanato da Paola Porta. Poi la lunga fila di barche italiane continua con "Bagua" di Andrea Cecchetti con Vasco Vascotto, "Maga Joanna" di Paolo Parente che imbarcherà nel ruolo di tattico, l'inglese Adrian Stead, "Enfant Terrible" di Gianluigi Serena che ha ingaggiato un altro velista di Coppa America, Tommaso Chieffi. Complano la flotta italiana in gara "Wind Seven" di Pierpaolo Cristofori e Biagio Menditto con il triestino Lorenzo Bressani alla tattica, "Parimor Thule" di Fausto Rubbini con Matteo Ivaldi nel ruolo di tattico, "Mummas VI" dei fratelli Massimo e Umberto Battista (timoniere Luca Simeone, tattico l'olimpionico di Star Giorgio Gorla), "Marachella di Dri Dri" di Leopoldo Gimmelli e Marco Pecorella (tattico Francesco Ivaldi) e "Le Coq" di Raimondo Cappa con il giovane Pierluigi De Felice alla tattica, "Argoclima Itai Doshin" di Leonardo Martelli (timoniere Tommaso Del Rio, tattico il triestino Gabriele Benussi, "Bitipi" di Savino Formentini con il tattico Flavio Grassi, "Fiamma" di Alessandro Barnaba e Matteo Del Fante con lo sloveno Branco Brcin, "Mummy Two" del reggiano Andrea Bartoli e "Dream in action" di Maurizio Volontè. Infine sono attesi in gara anche alcuni team italiani al loro debutto nella classe, "Mummy Two" di Mauro Venceslai e "Shining Jr" di Alessandro Zampori che ha a bordo Gianni Sommariva nel ruolo di tattico e Pietro D\'Alì in quello di randista.