tamaris
Il portale pratico del mare sabato, 15 giugno 2024

La flotta della Arc
ha preso il largo


21-11-2023

È partita il 19 novembre da Gran Canaria con destinazione i Caraibi, la 38° edizione della veleggiata di 2.700 miglia riservata a imbarcazioni da crociera

La flotta della Arc
ha preso il largo
Ha preso il via domenica 19 novembre da Las Palmas di Gran Canaria la 38° edizione della Arc, Atlantic Rally for Cruiser. La celebre veleggiata di 2.700 miglia diretta ai Caraibi e ideata nel 1986 dal navigatore inglese Jimmy Cornell, è cominciata di bolina con leggeri venti da Sud Est. La destinazione per i 156 equipaggi iscritti è, come da tradizione, l’isola di Santa Lucia, alle Grenadine.
 
La manifestazione è stata preceduta come di consueto da un fitto programma di eventi, convegni e corsi tecnici per preparare al meglio barche ed equipaggi.
Un'organizzazione rodata e capillare che dagli esordi a oggi ha consentito ad oggi a  253 barche e 1.300 persone di età compresa tra 8 mesi e 89 anni di effettuare in sicurezza l'ambito salto verso i tropici. 
 
Benché la Arc non sia una competizione esiste un record di traversata stabilito nel 2016 dallo statunitense George David su Rambler 88 col tempo di 8 giorni e 6 ore. Un primato che difficilmente le condizioni meteorologiche in atto consentiranno di battere. 
Chi ha piglio agonistico si è potuto comunque cimentare anche quest'anno nella Arc+, appassionata competizione riservata a imbarcazioni da crociera e partita da Mindelo, Capo Verde, venerdì 17 novembre con destinazione Granada.
In gara ci sono 92 barche, di cui 7 italiane: Algol (First 435) di Vittorio Morbidelli, Aria (Jeanneau Yacht60) di Enrico Calvi, Duffy (Dufour 34E) di Fabio Scalzi, Lady Eleonora (Grand Soleil 34) di David Ceccarelli, MiaMaGiR (Neel 43) di Alessandro Poggi D'angelo, Mizar III (Sun Odyssey 52.2) di Francesco Da Rios e Orsobrillo (More 55) di Paolo Fioravanti.
 

© Riproduzione riservata

Link: